Torna alla home page
Segreteria Regionale "Calabria"
Silp per la CGIL Crotone

 Crotone: dal Silp parere positivo all'apertura della Polposta

Con apposita nota inviata alla Segreteria Nazionale, ed in riscontro alla circolare Ministeriale 557/RS/01/58/294 dell'11/02 u.s, la Segreteria Provinciale del Silp per la CGIL di Crotone ha espresso parere favorevole all'apertura della Sezione della Polizia Postale.

La formulazione di tale parere trae origine dal fatto che la presenza sul "territorio"di personale specializzato concretizza una maggiore efficacia dell'azione di prevenzione e repressione dei reati specifici della Specialità; reati che, seppur commessi tramite canali telematici, hanno sempre uno stretto legame con il territorio e per questo necessitano di tempestivi interventi in risposta alle esigenze del cittadino.

 CPA Crotone: il Silp affronta i disagi dei reparti aggregati.

 La Segreteria Provinciale del Silp per la CGIL di Crotone, cogliendo le segnalazioni dei lavoratori appartenenti ai reparti aggregati in Crotone per le esigenze connesse ai servizi di gestione del CPA di “Sant’Anna”, è intervenuta presso l’Amministrazione al fine porre rimedio alle gravi situazioni di disagio riscontrate dagli operatori, sia in relazione alle problematiche logistiche di accasermamento sia a quelle più strettamente collegate all’espletamento del servizio stesso.

In relazione alle questioni attinenti all’espletamento dei servizi all’interno del Centro, è stato evidenziato come i lavoratori siano costretti a svolgerli in assenza delle pur minime misure di igiene e di profilassi. Infatti, in non rare occasioni, gli operatori sono stati costretti ad accedere ai locali in cui soggiornano gli ospiti del Centro, anche per svolgere attività di P.G, privi di mascherine sanitarie e di guanti in lattice: misure minime di protezione da eventuali malattie infettive.

Nell’ambito della discussione il Silp per la CGIL, richiamando  recenti casi di potenziale contagio verificatisi in analoghi centri dislocati in altre realtà del paese, ha evidenziato come situazioni lavorative come quelle collegate alla gestione del Centro di Crotone, possano rappresentare, anche in considerazione della moltitudine e dell’eterogeneicità dei soggetti ospitati, potenziali pericoli per la salute di chi è chiamato ad operare.

 Papanici (KR): CGIL, CISL e UIL discutono di legalità.

Alla luce degli eventi che hanno insanguinato la provincia di Crotone nelle ultime settimane, CGIL, CISL e UIL hanno organizzato per giorno 9 aprile p.v. con inizio alle ore 16.00 presso la Scuola Media di Papanici un incontro sul tema della legalità. Previsti gli interventi del Prefetto e del Questore di Crotone nonché dei politici locali. Il Segretario Provinciale del Silp per la CGIL di Crotone, Giovanni Corasaniti, insieme alla CGIL si è impegnato in prima persona per attuare l'iniziativa.

Crotone: Corasaniti eletto Segretario Generale.

A seguito dell’assegnazione ad altra sede di Serafino Scalise, già Segretario Generale del Silp per la CGIL di Crotone, si è reso necessario procedere alla revisione del massimo organismo statutario provinciale.

 Il Direttivo Provinciale, riunitosi presso la CGIL di Crotone il 27 marzo u.s, ha eletto quale nuovo Segretario Provinciale Generale, Giovanni Corasaniti, apprezzato e stimato collega in servizio presso la Questura di Crotone. Corasaniti, per porre in essere al meglio l'attività del Sindacato si avvarrà della collaborazione di Domenico Garzone (Segretario Amministrativo) e di Rocco Meo (Segretario Provinciale).

Al centro dell'attenzione della nuova segreteria: la recrudescenza criminale nella provincia; l'attività del C.P.T. di Isola Capo Rizzuto; la tutela professionale dei lavoratori di Polizia; la formazione dei quadri sindacali; il confronto con la CGIL di Crotone e le altre categorie di lavoratori finalizzato alla concertazione di comuni strategie attraverso le quali contribuire allo sviluppo socio-economico della provincia.

A margine del Direttivo una delegazione del Silp per la CGIL ha incontrato il Questore di Crotone, Dr. Salerno, ed il Vice Questore Vicario, Dr. Strano.

 Riforma immigrazione: tra i primi CPT a chiudere c'è Crotone

I primi centri di permanenza temporanea a chiudere saranno Ragusa e Crotone. Questo in base al disegno di legge di riforma della Bossi-Fini approntato dai Ministeri dell’Interno e della Solidarietà sociale che finirà sul tavolo del Consiglio dei ministri fra una o due settimane. La legge prevede, infatti, la chiusura graduale dei CPT - ridotti da 14 a 5-6 - e la diminuzione del periodo di soggiorno nel centro.

 Crotone: una città sempre più a rischio criminalità.

I segnali che ultimamente si sono manifestati sulla tenuta sociale a Crotone, ci inducono ad affermare sempre di più che il fenomeno della criminalità in città e provincia sia estremamente diffuso e pericolosamente sottovalutato.  

Da anni, il SILP per la CGIL denuncia i pericoli seri di una preoccupante crescita della criminalità organizzata, sfociata nelle ignobili e proditorie aggressioni ai danni degli operatori della Polizia di Stato.  

Infatti, in data 11 dicembre u.s., personale della Squadra Mobile è stato fatto oggetto di comportamenti violenti durante un normale servizio di controllo del territorio  e nella serata del 6 gennaio,  dapprima è stata incendiata l’autovettura di un poliziotto e successivamente un equipaggio delle volanti è stato vittima  di una vile aggressione da parte di un gruppo di delinquenti.   

Questi fatti   e l’escalation   di incendi, furti, rapine,  sono chiari segnali di allarme che non possono e non devono essere ignorati! 

La questione criminalità a Crotone è un problema serio e terribile. Far finta di niente o peggio ancora girare il volto dall’altra parte significa  trovarsi nelle condizioni di rimpiangere le occasioni mancate.  

Non è più ora di inutili e sterili dibattiti, di passerelle ai convegni sulla legalità, e di dotti disquisizioni sulla criminalità e si cominci, invece, ad individuare proporre e mettere in atto strategie comuni capaci di contrastarla soprattutto sul piano sociale e culturale e dell’inibizione del consenso che attrae. 

La necessità di saper coniugare la complessa questione sicurezza/legalità  a Crotone, ci obbliga a sollecitare l’impegno diretto e in prima persona  di tutti, ad iniziare dai grandi soggetti sociali; sindacati, partiti politici, istituzioni per dispiegare un grande potenziale valoriale e ideale nella società civile. 

Auspichiamo, che da subito, si crei in questa provincia un nuovo e più forte impegno nelle politiche della sicurezza e della legalità, e che in tale ottica si cerchi di riparare ai gravi errori compiuti in questi ultimi anni, che hanno indebolito la capacità di contrasto al crimine.  

Servono nuove politiche sociali ed interventi mirati a far crescere la cultura della legalità, a far conoscere i danni che il consolidamento della criminalità organizzata potrebbe provocare sulla città di Crotone e del suo territorio.  

Serve un’opera sinergica tra tutti i soggetti impegnati nel campo della legalità, che possa far nascere la consapevolezza che  un territorio dove comanda il crimine, è un territorio senza futuro senza sviluppo senza speranza.

Per questo servono nuovi interventi per rafforzare ed ampliare gli strumenti investigativi,  e investire seriamente sulla prevenzione che negli ultimi anni ha pagato un prezzo molto alto a causa dei tagli selvaggi che ne hanno messo a rischio la funzionalità e l’efficacia.  

Riteniamo che la strada intrapresa, quella del confronto democratico, della denuncia politica, sia la  direzione giusta per proseguire un percorso di contrasto e di sconfitta della violenza della criminalità del sistema mafioso imperante nella nostra realtà e che umilia ogni sforzo di rinascita e di convivenza.

Siamo consapevoli che  l’impegno  civile e democratico di ogni settore della società  e di tutti i cittadini, porterà a rendere necessaria una politica sulla sicurezza, condizione principale oggi dello sviluppo socio-economico e culturale di una città e di un territorio messi in ginocchio dalle bande criminali e mafiose.

 Potenziare la Polizia Scientifica di Crotone!

La segreteria provinciale del Silp per la CGIL di Reggio Calabria è intervenuta presso i competenti uffici del Dipartimento della P.S. al fine di dirimere la consolidata ed antieconomica consuetudine delle aggregazioni del personale appartenente al Gabinetto Regionale della Polizia Scientifica di Reggio Calabria presso la Questura di Crotone per fare fronte alle esigenze del locale Centro di Permanenza Temporanea. Un primo risultato raggiunto è stato quello di ottenere la sospensione per un mese delle aggregazioni. Ulteriore intervento sarà posto in essere per tentare un ampliamento dell'organico della Polizia Scientifica crotonese. Tale obiettivo sembra facilmente ottenibile dando semplicemente corso al trasferimento presso la sede di Crotone del personale specializzato che ha già prodotto la relativa istanza.

 Il Ministro dell'Interno risponde al Sen. Iovene sul C.P.T.A.

IL Sottosegretario agli Interni, Salvatore D'Alì, con nota del 29 novembre u.s.,ha risposto all'interrogazione parlamentare inoltrata dal Sen. Nuccio Iovene lo scorso mese di marzo al Ministro dell'Interno per evidenziare lo stato in cui erano (e tutt'ora sono) costretti ad operare i lavoratori delle forze delle Forze dell'Ordine impegnate nei servizi di vigilanza connessi alla gestione del C.P.T.A. di Isola Capo Rizzuto (KR) e chiedere quali interventi correttivi il Ministro dell'Interno riteneva di dover adottare.   Di seguito si riporta uno stralcio del testo della riposta, tra qualche giorno sarà on-line il testo integrale.

Continua>>

 Ed ecco a voi il "topo-cuoco"!

Ecco il video.........

Promessa Mantenuta! 

Eccovi il video del "topo cuoco"! 

 

La Segreteria Regionale "Calabria" del Silp per la CGIL, con una lettera inviata al Dipartimento della P.S., alla Direzione Interregionale di Catania, al Prefetto ed al Questore di Crotone, ha sollecitato un immediato intervento risolutivo a tutela della salute degli operatori delle Forze dell'Ordine che ancora oggi consumano i pasti presso il locale oggetto di "dossier".

Per questi ultimi non sarà difficile riconoscerlo!

 

Leggi il documento

Per voi anche la foto... Cliccateci sopra per ingrandirla! 

 

Organismi provinciali

 La sede

Via Pantusa

Camera del Lavoro  CGIL 

tel. 0962.90300 

fax 0962.24951

e-mail: 

come raggiungerci

 

 

 

Torna alla home page