Segreteria Regionale "Calabria"

  Chi siamo

Il Silp per la CGIL  (Sindacato Italiano Lavoratori di Polizia per la  CGIL) nasce nel novembre del 1999 a seguito della scissione politica delle componenti CGIL e UIL dalla CISL del SIULP. Scissione politica dovuta all'ormai provato, inconfutabile ed irrecuperabile  scadimento dei rapporti  "unitari", propri e caratterizzanti di quel sindacato. Tale situazione non è certo riconducibile a responsabilità delle due componenti CGIL UIL, che fino alla fine hanno tentato di salvare l'impostazione originaria "unitaria" del Siulp, ma alla componente in quel momento maggioritaria, la CISL, che attraverso l'unidirezionalità delle scelte e la paralisi degli organismi di controllo, ha determinato una sempre più scarsa democraticità interna da cui sono scaturite scelte dettate dalla legge dei numeri piuttosto che dalla forza della ragione o dalla concertazione tra le tre componenti che costituivano quel sindacato.

Anche le vicende esterne al sindacato di polizia e le scelte del segretario generale della CISL dell'epoca, assolutamente non condivisibili dal nostro punto di vista, hanno svolto il loro ruolo in questa questione.

Con il venir meno del rapporto unitario previsto dall'art.1 dello statuto del SIULP, le ex componenti danno vita a tre sindacati separatamente intesi e ne nasce un contenzioso volto ad ottenere la ripartizione delle risorse e dell'eredità storica e culturale.

Nel corso di questi due anni di attività molte sono state le speculazioni poste in essere da chi aveva, e forse ancora oggi ha, l'interesse a far si che sull'aspetto organizzativo del SIULP regni un alone di confusione, in special modo circa la presunta esistenza al suo interno di una componente CGIL. Sul fatto, il Segretario Generale della CGIL, Sergio Cofferati, è stato categorico, ribadendo con forza ed assoluta chiarezza la totale assenza di legami e di propri rappresentanti in seno a sindacati diversi dal Silp per la CGIL, ha affermato: "il Silp per la CGIL è l'unico sindacato di Polizia a cui fa riferimento la CGIL"; in quest'ottica deve essere inquadrata la partecipazione delle strutture del Silp per la CGIL, a tutti i livelli, ai congressi della CGIL .

Silp per la CGIL, terzo sindacato di categoria in rapporto al numero di iscritti a livello nazionale, è già sinonimo di impegno forte nella tutela individuale e collettiva dei lavoratori, nella ricerca e proposta di soluzioni legislative miranti alla sindacalizzazione di tutte le forze di polizia, di operosa attività nei protocolli di legalità delle varie forme di programmazione negoziata ed altro. Non a caso, in CGIL esiste il Dipartimento delle Politiche per la Sicurezza, che nel rispetto della legge 121/81 e delle norme che regolano il rapporto della rappresentanza militare, considera la piena sindacalizzazione per i militari un obiettivo importante, così come è accaduto per la Polizia Penitenziaria qualche anno fa.

In questo panorama il Silp per la CGIL al fine di poter instaurare normali rapporti di carattere organizzativo con la CGIL, elabora progetti per l'ottenimento delle cosiddette "libertà sindacali" (libertà per gli operatori delle forze dell'ordine di poter aderire ad una qualsiasi organizzazione sindacale), ottenibili, in riferimento alla Polizia di Stato, attraverso la modifica degli art.82 e 83 della legge 121/81 (legge di riforma della Polizia di Stato), che in sostanza vietano agli appartenenti alla Polizia di Stato di iscriversi a sindacati non di categoria, ed alle O.S. di Polizia di affiliarsi o avere rapporti di carattere organizzativo con altre associazioni sindacali.

Il Silp per la CGIL ritiene fondamentale la professionalizzazione dei quadri sindacali finalizzata all'erogazione di un servizio di alto livello e per questo ha pensato all'organizzazione di appositi corsi di politica sindacale organizzati con l'Istituto Superiore di Formazione della CGIL.

Il Silp per la CGIL è sindacato "maggiormente rappresentativo", ed in virtù di questo status ha partecipato "autorevolmente" al tavolo delle trattative nazionali per il rinnovo del contratto di lavoro.

Il Silp per la CGIL in pochissimo tempo ha instaurato un rapporto sinergico con la CGIL regionale e territoriale nella concertazione delle politiche della sicurezza in un territorio dove l'affermazione dei diritti primari non è sempre scontata in modo da poter divenire punto di riferimento per quei poliziotti che nel sindacato vedono uno strumento di difesa del lavoratore, di garanzia del rispetto delle regole e di attenzione verso il cittadino.

Torna alla home page